Un abbraccio digitale per accorciare le distanze: La Cura è di Casa anche nelle RSA con Croce Verde - La Cura è di Casa

archivio notizie - La Cura è di Casa

Un abbraccio digitale per accorciare le distanze: La Cura è di Casa anche nelle RSA con Croce Verde

 
Un abbraccio digitale per accorciare le distanze: La Cura è di Casa anche nelle RSA con Croce Verde

Ormai al quarto anno di attività sul territorio, la rete La Cura è di Casa continua a lavorare per garantire, anche dopo il finanziamento di Fondazione Cariplo, continuità del sostegno agli anziani vulnerabili attraverso la rete di operatori e volontari, enti e strutture pubbliche e private.

Per questo motivo sono state intercettate ulteriori opportunità di finanziamento delle azioni di assistenza; una di queste è il il progetto C4C&C - La comunità che cura, con il sostegno di Compagnia di San Paolo all’interno del bando “Intreccci 2019” che mira ha rafforzare e implementare nuove azioni de La Cura è di Casa da sviluppare con nuovi partner per l’assistenza delle persone anziane. Il progetto ha come capofila il Consorzio dei Servizi Sociali del Verbano e vede coinvolte alcune RSA del territorio (Opera Pia Uccelli, Fondazione Sacra Famiglia, Casa Massimo Lagostina, Casa dell’Anziano di Baveno), insieme al Ciss Cusio, all’ASL VCO, alle associazioni Gruppo Accompagnatori Volontari e Pro Senectute e alla Croce Verde di Verbania.

La mission della rete La Cura è di Casa è sempre stata l’assistenza e il supporto agli anziani presso il loro domicilio, ma in questo momento di emergenza gli anziani, la cui casa è diventata la residenza socio-assistenziale, sono  lontani dai loro affetti: emerge così un bisogno ancora più forte di relazione con i propri cari, che sono però impossibilitati a far loro visita, per poter chiacchierare con loro, stare vicini e guardarsi negli occhi, per confortarli e rassicurarli.

Sono stati quindi consegnati dai volontari di Croce Verde alcuni tablet nelle RSA del VCO che ne hanno fatto richiesta. 

L’obiettivo è sempre quello di sostenere gli anziani al domicilio e combattere l’isolamento, anche laddove  il domicilio è una residenza socio-assistenziale. Una carezza e un abbraccio virtuali, quindi in tutta sicurezza.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (314 valutazioni)